Leucoscreen

LA LEUCOSPERMIA

Il sistema immunitario si serve dei globuli bianchi (leucociti) per difendere l’organismo dalle infezioni .

La concentrazione di globuli bianchi nel liquido seminale maggiore di 1 milione per ml prende il nome di leucocitospermia ed è una condizione che interessa tra il 5 e il 10% degli uomini; ne soffre circa il 20% dei pazienti che si sottopongono a trattamenti per la fertilità.

Sono molti i fattori che possono causare leucospermia: infezioni batteriche (batteri GRAM negativi, chlamidia, mycoplasmi, neiseriae), virus (HPV, citomegalovirus) abuso di  alcool, di marijuana o tabacco.  Anche l’astinenza prolungata, i rapporti anali e la promiscuità sessuale  registrano alte concentrazioni di leucociti nello sperma.

Effetti della leucocitospermia sulla fertilità

La leucospermia si associa ad un quadro di alterazione del liquido seminale:  in particolare riduzione della motilità (astenozoospermie), della morfologia (teratozoospermia) ed in casi gravi necrozoospermia (elevata percentuale di nemaspermi morti) e di riduzione della concentrazione degli spermatozoi (oligozoospermia medio-grave, severa)

Il danno sullo spermatozoo da parte dei globuli bianchi può essere di tipo diretto oppure indiretto. In corso di leucospermia aumentano nello sperma degli indici di infezione: alterazione del pH, presenza di muco, aumento della viscosità, aumento della concentrazione di radicali liberi (ROS), di interleuchine e di anticorpi come anticorpi anti-spermatozoo (ASA).

Nella lettura dello spermiocitomorfogramma  si possono riscontrare diverse forme di globuli bianchi come i polimorfonucleati, i macrofagi ed i linfociti talvolta descritte in modo generico come round-cells.

LEUCOSCREN

Conoscere la concentrazione esatta di globuli bianchi si rivela utile nella diagnosi di leucospermia ma soprattutto per conoscere la risposta alla terapia.

Una metodica economica e di semplice esecuzione per individuare i globuli bianchi nello sperma da altre cellule similari come le cellule dell’epitelio seminifero  è il leucoscreen.  Il leucoscreen consente di individuare quelle cellule che contengono nel loro citoplasma i granuli di perossidasi (leucociti, granulociti PMN) dalle cellule della linea seminale come gli spermatidi multinucleati (privi di perossidasi).

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail